Ai sensi del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’Unione Europea siamo obbligati a proteggere i vostri dati e a garantirvi il controllo dei vostri dati. Abbiamo aggiornato la nostra informativa sulla privacy e la aggiorneremo regolarmente in conformità con i requisiti del GDPR. La nostra versione attuale dell’informativa sulla privacy è disponibile nella parte inferiore di questo sito web. Questo sito web utilizza cookie per migliorare l’esperienza utente sul sito. Per saperne di più su come utilizziamo i cookie, clicca qui.

Il tablet rugged F110-EX Getac come supporto principale per i piloti portuali BRABO che lavorano al porto di Anversa, Belgio.

“I piloti e i marinai Brabo lavorano in qualsiasi condizione atmosferica e in diverse situazioni ambientali, incluso in presenza di merci esplosive. Per supportare la trasformazione digitale di Brabo, i Piloti e i marinai devono poter contare su strumenti a supporto del loro lavoro quotidiano. Dopo una rigorosa valutazione, Brabo ha scelto il tablet touchscreen fully rugged F110 Getac, certificato Atex, che ha un’autonomia di un turno di lavoro completo e può essere utilizzato in tutte le situazioni climatiche e in tutti gli ambienti”.

Download PDF

La sfida

Il porto di Anversa, in Belgio, è il secondo porto marittimo più grande d’Europa e gestisce unamassiccia movimentazione di merci e il traffico di navi pesanti da e per il porto. Il team di pilotidi portoi professionisti BRABO svolge un ruolo essenziale nella navigazione sicura di grandinavi dalla chiusa all’ormeggio o viceversa. Il pilotaggio è una professione antica ed è indispensabile per il funzionamento sicuro dei porti internazionali in tutto il mondo:

Brabo è specializzata in servizi marittimi e conta 300 dipendenti, di cui 70 piloti di portoprofessionisti all’interno della divisione Brabo Pilotage & Mooring. Il team di piloti di porto Brabo fornisce un servizio 24 ore su 24 per guidare le navi in sicurezza in porto, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche. In particolar modo, quando venti forti e acque basse rendono difficile mantenere la nave in rotta, i piloti di porto devono fare attenzione per mantenere al sicuro sia loro stessi che le attrezzature: nel manovrare le navi in sicurezza nel porto, i piloti si affidano quindi a strumenti di navigazione ad alta tecnologia, che li supportano in caso di condizioni meteorologiche imprevedibili e nello svolgimento di compiti altamente specializzati e critici. I piloti devono anche comunicare in modo professionale con gli operatori della chiusa e del ponte, con i capi rimorchiatori e con i capitani delle navi in navigazione interna per essere in  grado di fornire servizi professionali ed efficienti.

Il pilota di porto è la prima persona che saluta una nave che entra nel molo: è colui che devegarantire un ormeggio e disormeggio sicuro e tranquillo delle navi. É importante che il pilota sia consapevole delle varie situazioni: il traffico navale, il clima e la profondità vengono costantemente monitorati. Inoltre, il pilota deve essere in grado di consultare tutte le informazioni digitali di una nave dal suo arrivo nel porto fino all’attracco e di riferire tempestivamente le informazioni al sistema di registrazione portuale online; queste operazioni possono essere realizzate utilizzando un tablet computer rugged portatile. Il capitano della nave naviga in mare, ma le manovre sono diverse per ogni porto; il capitano quindi si affida alla conoscenza che il pilota portuale ha della situazione locale per completare con successo la prima e l’ultima tappa del suo viaggio.

L’ambiente in un porto è generalmente umido, nebbioso e l’aria è corrosiva a causa del sale. Icomputer che operano a bordo di una nave devono essere in grado di operare in un ambiente che potrebbe essere esposto a gas combustibili o a sostanze chimiche e soggetto ad impatti, cadute e drastiche differenze di temperatura interna ed esterna, specialmente in inverno: queste condizioni mettono alla prova la durata e l’affidabilità dei computer. Un mal funzionamento potrebbe causareinterruzioni del lavoro, danni alla reputazione dell’azienda e, nel peggiore dei casi, incidenti, con conseguente perdita di proprietà, danno o morte.

 

La soluzione

Brabo ha iniziato a realizzare una trasformazione digitale su larga scala nel 2017. Su raccomandazione dell’integratore di sistemi Nextel, Brabo ora utilizza per il suo team di professionisti i tablet Fully Rugged F110-Ex Getac di terza generazione, che combinano mobilità, prestazioni e sicurezza per soddisfare le esigenze delle applicazioni industriali di alto livello. L’F110-Ex è stata la scelta ideale perché si tratta di un tablet con sistema Windows, certificato ATEX, con un display ampio e ben leggibile alla luce del sole.

Con un display da 11,6″, 1,39 kg di peso, 2,5 cm di spessore, le certificazioni MIL-STD810G(compreso il test di corrosione da nebbia salina) e IP65 di resistenza all’acqua e alla polvere, unampio intervallo di temperatura di funzionamento tra -21°C e 60°C, e un intervallo di temperaturadi stoccaggio tra -51°C e 71°C, l’F110-Ex è progettato per resistere in ambienti difficili;

è dotato di processori Intel Kaby Lake Core di settima generazione e meccanismi di sicurezzamulti-factor e fornisce un’eccezionale potenza di calcolo e un’autenticazione sicura. Particolarmente degno di nota è il fatto che l’F110-Ex a sicurezza intrinseca sia certificato secondo gli standard ATEX e IECEx Zona 2/22.

La sicurezza intrinseca è una tecnica di protezione per il funzionamento sicuro delleapparecchiature elettriche in ambienti ad alto rischio con gas combustibili e polveri, limitando l’energia disponibile ad un livello troppo basso per poter causare l’innesco. Costruito in base dell’esperienza Getac in materia di sicurezza, l’F110-Ex è stato progettato con protezione antideflagrante conforme agli standard ATEX e con una robustezza eccezionale, in modo che i piloti di porto possano svolgere i loro compitialla perfezione.

I vantaggi

Il display da 11,6″ dell’F110-Ex garantisce chiarezza anche in caso di luce diretta del sole e una sensibilità touch anche in caso di utilizzo di guanti robusti, consentendo ai piloti di porto di lavorare senza toglierli. I piloti Brabo portano con sé l’F110-EX per registrare i dati in tempo reale e consultare i dati specifici del porto per guidare le navi in sicurezza da una chiusa all’ormeggio. Sono responsabili della sicurezza della nave e della sicurezza in generale dal momento in cui la nave entra nel porto.

Inoltre, i piloti di porto possono contare sull’F110-EX, certificato ATEX, per mantenere un funzionamento affidabile nelle difficili condizioni ambientali di un porto marittimo. Progettato per essere pronto all’uso, l’F110-Ex non ha bisogno di un involucro protettivo supplementare e ha una durata di 8-12 ore con una sola carica, supportando completamente il lavoro di un pilota di porto per un intero turno di lavoro. È assolutamente imprescindibile che il tablet computer di un pilota di porto abbia una batteria potente, in grado di durare per un turno completo, in modo che il pilota possa completare il suo lavoro. Getac ha apportato modifiche adattabili all’F110-Ex per soddisfare le esigenze del lavoro di pilotaggio, aumentando così la produttività e l’efficienza. Regolando la luminosità del display e i moduli GPS e Wi-Fi, Nextel e Getac hanno ottimizzato la soluzione per soddisfare i requisiti di produttività di Brabo.

Con un sistema Windows 10, l’F110-Ex supporta l’attuazione dei sistemi software di Brabo senza problemi, permettendo a Brabo di massimizzare il ROI della sua trasformazione digitale. Il collegamento wireless veloce consente anche all’F110-Ex di caricare/scaricare dati da e verso i sistemi di back-end in un attimo, ottenendo una perfetta integrazione con i sistemi software Brabo.

L’F110-Ex Getac fornisce una soluzione completa a supporto dei piloti portuali quando guidano le navi dalla chiusa all’ormeggio o viceversa nel porto di Anversa.

  • Pubblicata 17 Maggio 2019

Condividere questa storia

Facebook Pinterest Twitter