Ai sensi del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’Unione Europea siamo obbligati a proteggere i vostri dati e a garantirvi il controllo dei vostri dati. Abbiamo aggiornato la nostra informativa sulla privacy e la aggiorneremo regolarmente in conformità con i requisiti del GDPR. La nostra versione attuale dell’informativa sulla privacy è disponibile nella parte inferiore di questo sito web. Questo sito web utilizza cookie per migliorare l’esperienza utente sul sito. Per saperne di più su come utilizziamo i cookie, clicca qui.

Getac B300 favorisce il processo di misurazione della geometria del binario

“Di tutti i device robusti che abbiamo testato, il notebook rugged Getac ha superato significativamente le altre marche in termini di rapporto efficienza/prestazioni, il fattori che ne determinano il valore.”
~Pascale BEAUDOING e Henri BOLLON, Co-Manager, TeamFer

Download pdf

Challenge

TeamFer ha progettato dei vagoni da utilizzare sulla linea ferroviaria. Questi vagoni devono essere utilizzati all’ aperto sia di giorno che di notte, con temperature che possono oscillare dai – 15 ° a condizioni di caldo estremo e anche sotto la pioggia. Inoltre il movimento sulla rotaia sottopone il vagone a notevoli vibrazioni e numerose scosse e le apparecchiature installate al suo interno sono soggette a gravi cadute.

Per questo motivo i computer installati sui vagoni devono essere particolarmente robusti per poter sopportare urti, vibrazioni e estreme condizioni atmosferiche. Anche la durata della batteria è un elemento di assoluta importanza, perché le operazioni effettuate sui vagoni possono durare anche diverse ore e di conseguenza, l’ autosufficienza del device è una caratteristica fondamentale. Riassumendo quindi, resistenza meccanica, impermeabilità, autosufficienza e l’ ottima leggibilità dello schermo quando si lavora all’aperto, erano le principali esigenze di TeamFer.

 

Solutions

Getac ha fornito i notebook fully rugged B300, che sono stati installati sui vagoni progettati da TeamFer, vagoni che viaggiano sui binari ferroviari e trasportano numerosi strumenti per effettuare diverse misurazioni come ondulazione, sopraelevazione, scarto e profilo trasversale del binario. Il Computer rugged di Getac B300 viene quindi collegato a specifiche apparecchiature elettroniche dotate di più sensori, ognuno dei quali effettua le proprie misurazioni. Tutti i dati raccolti vengono
successivamente elaborati utilizzando il software “TeamSoft” di TeamFer.

Getac B300 ha rispettato anche precise caratteristiche richieste dal cliente, fornendo undisplay 1400 NIT QuadraClear® che facilita il cambio di contrasti in base alla luminosità dell’ambiente. Inoltre, la tastiera retroilluminata permette l’uso semplice anche di notte, momento in cui sulle linee ad alta velocità francesi vengono effettuati i controlli dei binari.

Getac B300 dispone delle certificazioni MIL-STD-810G e IP65, il design senza ventola, sigillato, lo protegge da polvere e acqua. Questa caratteristica ha convinto TeamFer a scegliere Getac. Il fattore decisivo per SNCF è la garanzia di funzionamento principalmente sotto la pioggia torrenziale, criterio è indispensabile per poter lavorare in qualsiasi condizione.

Getac B300 è dotato della batteria più performante del suo mercato e anche la sua batteria secondaria integrata si è rivelata indispensabile per la riuscita di tutte le operazioni effettuate sul vagone. Normalmente tali operazioni avrebbero richiesto molte ore in più per consentire la ricarica della batteria, invece con Getac B300 tale problematica è stata superata: con la seconda batteria l’ autonomia del PC Getac arriva fino a 30 ore consecutive. TeamFer ha scelto i PC portatili rugged, che garantiscono efficienza e prestazioni elevate in situazioni di lavoro particolarmente difficili.

Benefits

L’ utilizzo del Getac B300 ha notevolmente migliorato tutte le operazioni di misurazione effettuate da TeamFer. Pascale ed Henri hanno dichiarato: “Le soluzioni rugged di Getac ci hanno aperto un mondo a noi assolutamente sconosciuto; prima di conoscere il PC Getac B300, utilizzavamo un semplice PC avvolto in un sacchetto di plastica per proteggerlo dalla pioggia, inoltre la tastiera era difficile da usare soprattutto a basse temperature e il PC si rompeva facilmente perché non supportava le vibrazioni dei binari.”

Adottando le soluzioni rugged più recenti, la mobilità e l’ utilizzo all’ esterno miglioreranno notevolmente e l’intero processo di misurazione della geometria del binario sarà facilitato e gestito in modo efficiente.

  • Pubblicata 28 Gennaio 2019

Condividere questa storia

Facebook Pinterest Twitter